Turisti fai da te 3/5

..Continua..

Un altro quartiere importante di cui bisogna parlare “Le Timpe”.
Potrete raggiungerlo dalla piazza Croce in direzione opposta a quella del “pulere”. Fatta una piccola discesina vi troverete all’inizio di un viale in cui potrete venire a contatto con l’unica attività commerciale del paese ossia la bottega di “Ciccillo” (fu di “Paolina”) in cui si vende solo pane… il pane di “Ciccillo”. Proseguendo potete incontrare case costruite con diverse strutture architettoniche, dall’antico al post moderno… fino ad arrivare a quelle che sono le vere e proprie “timpe”. Qui non incontrerete case ma sarete a diretto contatto con la natura e i suoi dirupi (proprio questa l’etimologia della parola “Timpa”). Proseguendo la strada,che ormai ha assunto a pieno le caratteristiche di viottolo, arriverete in un paesino abbandonato che prende il nome di “Terra”… questa si che un’attrazione, riconosciuta anche dai beni culturali.
Terra un grande patrimonio culturale, artistico e storico dell’intera Fiumara, in quanto ne rappresenta le origini, lo stile e anche qualche altra cosa che non so.(in genere se ne mettono tre di cose!). Bhe’, ma noi è di Croce che dovremmo parlare.
Il terzo posto importante del paese la zona “Case Arse” (il che tutto già un bel dire…), raggiungibile dalla piazza Croce (il nostro riferimento) proseguendo la discesina che ci aveva portati tutti quanti in via Le Timpe.
L’inizio di questa via che ci porterebbe tutti a S. Rocco, se solo volessimo andarci, costituito da un ampio piazzale che sorge in localita’ “Vasche”. Qui un tempo (diciamo fino a qualche anno fa) vi erano delle vasche che “e tempi i ma nonnu” venivano utilizzate dalle persone per lavare i capi di vestiario, i “linzola”, le coperte e tutto un pò quello che c’era da lavare… credo si lavassero anche le persone. Ora invece sorge un ampio spiazzo con tanto di balconata che da sulla vallata, utile per lo pi per il parcheggio delle automobili e per “cilare” con la bicicletta. Proseguendo potrete venire a contatto con diverse fattorie, specializzate per lo più nell’allevamento di pollame e conigliame. Oltre ai versi caratteristici, verrete a contatto con l’odore caratteristico. La via, una via panoramica, ma di quelle toste. Infatti oltre al panorama immediato della valle potrete ammirare quello più estremo dello stretto di Messina, con Etna incorporato, oppure quello intermedio dei paesi del circondario (anche se non quel gran bel vedere) e delle colline dell’appennino. Ad un certo punto incontrerete delle scale che vi porteranno giu’.Piscinno' Questo il posto piu’ caratteristico della via case arse ossia la fontana del “Piscinno’”.(foto accanto) E’ una roba antica quanto il mondo, forse, ricca di fascino senz’altro. E’ una cosa a forma di fiore (ce ne ho messo di tempo per capirlo) dal cui centro sgorga l’acqua. Da bambini si andava tutti l a prendere l’acqua carichi, come somari, di bottiglie e “butuni…” anche perchè in paese spesso d’estate non ce n’era… sorvoliamo. Tutti noi ci chiedevamo da dove provenisse quell’acqua così buona, e le ipotesi son tante anche in questo caso…ma ormai stato accertato che proviene da una roccia che sta qualche centinaio di metri più sopra quindi fonte naturale senza dubbio. Il “Piscinno’” rappresenta il confine Nord-Ovest di Crocelandia, infatti andando più in là arriviamo a “S. Rocco” che un altro paese…….

Indietro Home Page Avanti
Site Meter