Turisti fai da te 4/5

..Continua..

…Siamo all’ultima zona da descrivere, ossia la zona Chiesa. Essa si raggiunge affrontando la salita più ripida che vedete dalla piazza Croce (per aiutarvi,visto che ce ne son due, vi dico che quella dove non c’è parcheggiata nessuna macchina…). Fatta questa salita già ci siete, siete arrivati nella Piazza della Chiesa. Essa (la piazza) di concezione recente, essendo stata costruita nel 1993, con grandi sforzi della comunità locale..senza alcun aiuto del comune!!

E’ una bella piazza di forma rettangolare con tanto di balconata, fiori, panchine e alberi. E’ la zona più bella da vedere dal punto di vista estetico del paese, soprattutto nella fioritura… sembra un giardino botanico, davvero bella. Al centro della piazza si staglia la Chiesa di Gesù Bambino (il patrono del paese), non proprio una cattedrale, ma una bella chiesetta davvero (anche se il colore esterno un po’ rivedibile). All’interno potrete trovarci le effigie di Ges Bambino, della Madonna del Rosario e di S. Vincenzo oltre che al quadro del sacro cuore e dell’Immacolata. Il pezzo forte della chiesa l’affresco che sta sopra l’altare raffigurante la nascita di Gesu’. Lo stile della chiesa non saprei descriverlo (anche perchè non me ne intendo molto), però fatta bene. Avete presente come disegnavate le chiese da bambini? La casetta con a fianco il campanile? Bhe’, pressappoco in quel modo, davvero carina.

A fianco della chiesa (il fianco sinistro) sorge una saletta che è il vero centro giovanile del paese. Questa saletta la sede del Circolo Culturale Mons. Antonino Barberi (di cui tratteremo in una sede riservata), ed è soprattutto il ritrovo naturale di tutti i giovanotti e le giovanotte del paese. Ci si diverte ascoltando buona musica, cantando, suonando e facendo delle partite a calciobalilla oppure altro… insomma, un posto dove l’allegria la fa da padrona. E’ fatta bene con una parte al pian terreno con i tavoli e i giochi, ed una parte al piano di sopra con le poltrone e la balconata, una zona più per le dissertazioni culturali….
La piazza chiesa puo’ essere considerata anche la Tribuna d’onore dello stadio di Crocelandia, intitolato da alcuni a O’rei (non si sa se al Pele’ originale o a Rocco Pele’), ma dalla maggior parte chiamato semplicemente “U campu”. Esso sorge a non più di venti metri in linea d’aria dalla piazza ed raggiungibile anche in macchina (oh,non si sa mai, la pigrizia della gente…). Le tribune sono poste in maniera sparsa e sono naturali quindi ci entrano un sacco di persone…il fondo di terra molto battuta, molto consistente e tosto. Ci si svolgono per lo più partite amichevoli da quando non vi è  più l’organizzazione del torneo estivo per eccellenza, che vedeva la partecipazione di squadre di tutto il mondo…limitrofo. Comunque, un buon campo, che si tengano S. Siro, noi abbiamo il nostro.

Indietro Home Page Avanti
Site Meter